RDB: ora il Governo intervenga per garantire gli ammortizzatori sociali ai lavoratori

Il fallimento di RDB, dopo la dichiarazione nel 2012 dello stato di insolvenza da parte del tribunale di Piacenza che coinvolge anche circa 40 lavoratori dello stabilimento di Occimiano, ormai dismesso, potrebbe comportare la mancata erogazione degli ammortizzatori sociali ai lavoratori, in quanto non è più garantita la continuità aziendale.

Il ministero del Lavoro, chiede l’on.Bargero, in un ‘interrogazione, ora deve attivarsi per garantire ai dipendenti di RDB la fruizione ancora per un anno della cassa integrazione .

Inoltre i curatori fallimentari dovrebbero intraprendere una serie di azioni per trovare investitori, che consentano di non perdere totalmente la capacità industriale del gruppo, che in passato contava 18 stabilimenti industriali in tutta Italia ed è stata una realtà importante nella progettazione e produzione di materiali per l’edilizia, in particolare nei settori dei sistemi prefabbricati per attività industriali, commerciali, infrastrutturali e di logistica, dei mattoni faccia a vista e del nuovo sistema costruttivo con mattoni.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*