Quali indirizzi strategici per Enea?

Ho presentato un’interrogazione al Ministero dello Sviluppo per sapere quali indirizzi strategici il nuovo Commissario dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (Enea) intenda seguire in relazione al suo riordino e soprattutto quali siano i tempi previsti per il superamento della fase commissariale.

Enea è un ente pubblico che opera nei settori dell’energia, dell’ambiente e delle nuove tecnologie a supporto delle politiche di competitività e di sviluppo sostenibile, controllato dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Dopo ben quattro anni di commissariamento, legati alla trasformazione da Ente ad Agenzia, nell’agosto di quest’anno si è proceduto ad una ulteriore nomina Commissariale non tenendo conto che l’Agenzia nel corso degli anni si è andata lentamente depauperando del capitale umano e non è stata attuata una ristrutturazione organizzativa in grado di assicurare alla nuova struttura la massima snellezza e flessibilità, il monitoraggio delle realizzazioni dei progetti, la funzionalità, l’efficienza e l’economicità della gestione e tutte quelle azioni volte a soddisfare la “mission” affidata dalla legge all’Agenzia.

È evidente che il protrarsi del commissariamento dell’Enea comporti la perdita di un significativo ruolo nell’ambito degli enti pubblici di ricerca e non ne valorizzi il ruolo tecnico-scientifico essenziale per il futuro del Paese.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*