Attività parlamentare

LEGGE DI DELEGAZIONE EUROPEA 2016-2017
Le numerose direttive europee incidono su molteplici aspetti della vita economica e sociale dei cittadini italiani, e in ambiti differenziati. Ecco i punti su cui è intervenuta l’Aula:
– La legge di delegazione europea contiene disposizioni di delega riguardanti il recepimento di 29 direttive dell’Unione Europea.
– Ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri in materia di marchi d’impresa, brevetti, apparecchi che bruciano carburanti gassosi.
– Si prevedono principi e criteri direttivi specifici relativi alla delega per l’attuazione della Direttiva 2016/97 sulla distribuzione assicurativa. Inoltre si rende necessario coordinare e armonizzazione la disciplina vigente con le nuove norme.
– Si stabiliscono i principi e criteri direttivi specifici per l’esercizio della delega legislativa per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) n. 2016/425, sui dispositivi di protezione individuale. Si fissano i criteri e le procedure necessari per la valutazione, la notifica e il controllo degli organismi da autorizzare per svolgere compiti di parte terza nel processo di valutazione e verifica della conformità dei dispositivi di protezione individuale ai requisiti essenziali di salute e sicurezza posti dal Regolamento.
– La CONSOB viene designata quale autorità competente a garantire un appropriato grado di protezione dell’investitore, di tutela della stabilità finanziaria e dell’integrità dei mercati finanziari, oltre che della trasparenza.
– Protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e alla libera circolazione di tali dati.
– Uso dei dati del codice di prenotazione (PNR) a fini di prevenzione, accertamento, indagine e azione penale nei confronti dei reati di terrorismo e dei reati gravi.
– L’obbligo di assicurare un livello minimo di accessibilità dei siti web pubblici e di definire apposite linee guida nazionali volte a individuare i casi in cui un ente pubblico può ragionevolmente limitare l’accessibilità di uno specifico contenuto in
presenza di oneri sproporzionati. Principi: percepibilità, utilizzabilità, comprensibilità, solidità.
– Protezione dei segreti commerciali ed al contrasto agli illeciti in materia.

Abbattere le barriere architettoniche
Approvata alla Camera in prima lettura la proposta di legge per uniformare la normativa che detta prescrizioni tecniche per il superamento delle barriere architettoniche negli edifici pubblici e privati e negli spazi e servizi pubblici o aperti al pubblico, o di pubblica utilità. Una Commissione avrà  il compito di individuare la soluzione a eventuali problemi tecnici derivanti dall’applicazione della normativa, nonché di elaborare proposte di modifica e aggiornamento  utili ad implementare innovazioni tecnologiche per l’eliminazione delle barriere architettoniche nelle parti comuni degli edifici esistenti e nelle loro pertinenze.

Contrasto alla dipendenza da gioco
Abbiamo stanziato 50 milioni di euro all’anno per la prevenzione, la cura e la riabilitazione delle persone dipendenti dal gioco d’azzardo. Perché la ludopatia è una malattia, quindi una questione sanitaria e di ordine pubblico. Abbiamo realizzato un piano che tutela i soggetti a rischio ludopatia, in particolare minori:
– Riduzione dell’offerta di giochi, nello specifico abbiamo dimezzato il numero delle sale e previsto 1/3 di apparecchiature in meno entro Aprile 2018.
– Imposto parametri di distanza dai luoghi sensibili come scuole, luoghi di culto…
– Più tasse sulle slot machine
– Vietati gli spot pubblicitari dalle 7 alle 22
– Campagne di informazione e sensibilizzazione diffuse, soprattutto nelle scuole.

Organi del CONI e del Comitato Italiano Paralimpico
Intervento sui mandati degli organismi dirigenti del CONI e del Comitato italiano paralimpico. Abbiamo fissato il tetto di tre mandati per il presidente e gli altri componenti, da conquistarsi con elezioni. L’obiettivo è garantire una maggiore continuità nella promozione di una presenza attiva dell’Italia in ambito internazionale, nella realizzazione dei nostri atleti e, infine, garantire la possibilità per l’Italia, di concorrere ad ospitare le grandi manifestazioni sportive internazionali. Inoltre, è stato introdotto il principio delle pari opportunità tra uomo e donna per l’accesso agli organi direttivi.

Legge contro l’apologia del fascismo

Abbiamo riscontrato quanto gli strumenti in mano al legislatore per contrastare il fenomeno della propaganda fascista e nazifascista fossero insufficienti e quanto questo fenomeno si sia acutizzato all’interno delle nostre società. Per questo, abbiamo approvato alla Camera la legge contro l’apologia del fascismo, che punisce con la reclusione (da 6 mesi fino a 2 anni) chi propaganda contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista o i relativi metodi sovversivi del sistema democratico.

Dimezzate le infrazioni Ue
In questi anni, il governo ha portato a causa un importante risultato: le procedure di infrazione, per la mancata attuazione delle direttive europee, sono state dimezzate e hanno portato un risparmio di 2 miliardi. Un risparmio per i cittadini e un grande traguardo per il governo, che riacquista credibilità ai tavoli di Bruxelles.

Banda ultra larga su tutto il territorio nazionale 
Il piano banda ultra larga è la premessa per la crescita del Paese, per creare nuovi posti di lavoro e per recuperare produttività. Il piano ha permesso che le risorse e gli investimenti di Stato e Regioni convergessero in un’unica strategia nazionale. 7 miliardi di euro per portare la fibra in tutte le case e le aziende (anche in quei comuni non serviti dai privati).  Oggi la Commissione Europea riconosce l’Italia come il Paese che, per connettività, cresce più di tutti gli altri Paesi europei. Un traguardo importante per modernizzare il nostro Paese.

Correzione Riforma Fornero
Abbiamo corretto le ricadute della legge Fornero: 30.700 esodati finalmente in pensione! Il Pd si è fatto portavoce del disagio di questi lavoratori per restituire loro serenità e dignità. Lo strumento delle salvaguardie ha consentito a particolari categorie di lavoratori di accedere alle pensioni utilizzando i meccanismi pre-Fornero. In questa legislatura, l’intervento correttivo ha consentito il pensionamento di 30.700 lavoratori e tutelato quelli in condizione di particolare difficoltà (in congedo per gravi motivi o per assistere figli disabili).

Decreto mezzogiorno

Abbiamo approvato il decreto mezzogiorno per dare maggiore impulso alla crescita produttiva e occupazionale nelle regioni del sud Italia. Lo scopo è favorire il lavoro e l’imprenditoria giovanile attraverso procedure più semplici ed efficienti, l’istituzione di zone economiche speciali. Abbiamo, inoltre, destinato risorse per fronteggiare le situazioni di crisi con politiche orientate alla formazione e alla riqualificazione dei lavoratori. Non meno importante, abbiamo inserito alcune norme per contrastare la dispersione scolastica e la marginalità sociale.

Abolizione dei vitalizi
Con questa legge vengono aboliti i vitalizi anche per gli ex parlamentari e si equipara il trattamento pensionistico dei parlamentari a quello dei dipendenti pubblici. L’obiettivo è calcolare le pensioni degli ex parlamentari (non toccati dalla legge Fornero) in base al criterio contributivo. Per l’accesso al sistema pensionistico, dalla prossima legislatura, saranno necessari requisiti anagrafici più alti (66 anni e 7 mesi). Abbiamo aumentato i casi di sospensione della pensione. Viene sospesa nel caso in cui il parlamentare assuma una qualunque carica pubblica. La pensione di reversibilità è totalmente equiparata alla legge Fornero.
Le Regioni si dovranno adeguare ai principi della legge. In caso contrario, sono previste sanzioni: un taglio del 50% delle somme previste dai loro bilanci per questa voce.

Legge sui vaccini obbligatori

Questa legge amplia l’elenco delle vaccinazioni obbligatorie per i minori e modifica le sanzioni in caso di inadempimento dell’obbligo vaccinale. Il provvedimento è stato necessario a causa del progressivo calo del ricorso alle vaccinazioni, tanto da scendere sotto la soglia del 95% consigliata dalla Comunità scientifica per garantire l’immunità di gregge. Questa soglia assicura che il virus o il batterio non circoli più all’interno della comunità, salvaguardando così la sanità pubblica. Saranno 10 le vaccinazioni obbligatorie per la fascia d’età 0-16, ma che potranno essere somministrate attraverso due sole iniezioni (Esavalente e Tetravalente). E’ possibile essere esentati dall’obbligatorietà solo nel caso di pericolo per la salute o di avvenuta immunizzazione. Alcune di queste vaccinazioni, una volta raggiunta la “soglia di sicurezza”, potranno essere escluse da quelle obbligatorie. La Asl si occuperà di accompagnare i genitori che non assolvono a quest’obbligo e di fornire loro tutte le informazioni necessarie. I genitori devono presentare al dirigente scolastico i documenti che certificano l’avvenuta vaccinazione. La mancata presentazione verrà segnalata dal dirigente scolastico alla Asl. di riferimento, che attiverà le procedure previste. Fino a 6 anni, se il bambino non è vaccinato non può  accedere a scuola. Dopo i 6 anni, possono essere iscritti e essere vaccinati successivamente, secondo tempistiche prestabilite.  I bambini non vaccinabili saranno inseriti in classi dove sono presenti solo bambini vaccinati o immunizzati. L’Anagrafe Nazionale Vaccini raccoglierà i dati delle anagrafi regionali ed eventuali effetti indesiderati. Questa legge serve per tutelare la salute dei bambini e di tutta la comunità, e per rimettere la salute pubblica al primo posto.
Per chi volesse approfondire, lascio il link di una guida sui vaccini

Legge sul rischio clinico

Abbiamo approvato una legge per garantire il diritto alla salute e a un trattamento sanitario corretto ai cittadini.
La legge modifica la disciplina della responsabilità penale dei medici, puniti in caso di negligenza o imprudenza. Non riguarda gli errori compiuti in buona fede nel caso in cui siano state adottate tutte le buone pratiche clinico assistenziali previste dalle società scientifiche.
Il provvedimento introduce meccanismi di risarcimento più snelli e rapidi nel caso di errori sanitari.
L’Osservatorio Nazionale delle buone pratiche dovrà monitorare, prevenire e gestire il rischio sanitario e il Fondo di garanzia servirà per i danni derivati da responsabilità sanitaria che le compagnie assicurative o i professionisti non riescono a coprire.

 

Riforma dei Musei Italiani

 

 

Una riforma che ha dato nuova vita ai musei italiani, dando loro forza e autonomia e che ha portato alla scelta di direttori selezionati con bandi internazionali.

 

I risultati sono la prova di una sfida vinta: 45,5 milioni di visitatori in più nel 2016, 2 milioni in più nel solo primo trimestre 2017. Non solo nei musei più importanti ma anche quelli più piccoli e meno conosciuti.

 

Per maggiori info

 

Aiuti alle Famiglie

 

 

 

 

Legge sull’autismo
Con questa legge abbiamo voluto creare una rete di sostegno per 500 mila famiglie. Ora, potranno contare su misure che affrontano i diversi aspetti riguardanti l’autismo, dall’inserimento di diagnosi, cura e trattamento personalizzato nei Livelli essenziali di assistenza al miglioramento delle condizioni di vita delle persone autistiche (anche in età adulta) e delle loro famiglie, dalla ricerca biologica e genetica a quella di tipo riabilitativo e sociale.

 

Legge Europea 2017
Abbiamo varato importanti norme sull’energia, attraverso norme a sostegno delle aziende e con una riduzione degli oneri sulle famiglie. Abbiamo posto le basi per la diffusione delle energie rinnovabili in modo più efficiente e meno costoso.
Le soglie minime per l’incentivazione diretta delle fonti rinnovabili mentre al di sopra è necessaria una procedura di aste per la capacità offerta, in modo da tenere sotto controllo i costi delle incentivazioni. Questo renderà più agevole, ed economicamente sostenibile, per famiglie ed imprese raggiungere gli obiettivi del 2030.  Con altri due emendamenti sono state approvate modifiche agli oneri per le imprese energivore per energia elettrica e gas. Nel primo caso, circa 3000 aziende con circa un milioni di lavoratori diretti ed indiretti coinvolti, che ha nell’energia un fattore cruciale di competitività. Saranno identificate le aziende a forte consumo di energia sulla base di consumi, fatturati e della possibile esposizione alla concorrenza internazionale. Un nuovo e più efficace sistema che accresce il valore delle attuali agevolazioni  fra i duecento e quattrocento milioni.  Dall’altro lato, famiglie e imprese non energivore beneficeranno di una riduzione dei costi in bolletta. La riduzione di cui si parla vale circa due miliardi fra il 2016 e il 2018 e poi circa settecento milioni sino al 2020. L’ Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas ed il Servizio Idrico Integrato darà seguito a questa decisione.

Divorzio breve

Una legge di civiltà: meno conflitti e procedure più semplici in tempi brevi. Abbiamo previsto un iter semplificato e la possibilità di accordi extragiudiziali, in modo da ridurre le tensioni, soprattutto nel caso di presenza di figli minori, decongestionare i tribunali e ridurre i costi.  Con questa legge abbiamo allineato l’Italia agli altri Paesi europei.

 

Legge contro il caporalato
Lo sfruttamento lavorativo riguarda soprattutto il settore dell’agricoltura. Sindacati e associazioni di volontariato stimano siano 400 mila i lavoratori coinvolti. La legge ha previsto, per gli sfruttatori, il carcere (da 1 a 6 anni), multe fino a 2000 euro per ogni lavoratore e la confisca dei beni. Sono previste delle aggravanti che inaspriscono le pene detentive e pecuniarie.
I proventi derivanti dalle confische andranno a finanziare il “fondo anti-tratta”.

Contro lo spreco alimentare
Ogni anno in Italia 5,6 milioni di tonnellate di alimenti finiscono nel cestino. Con questa legge abbiamo fatto sì che i prodotti invenduti na ancora perfettamente utilizzabili fossero distribuiti a persone e famiglie indigenti. Abbiamo creato una rete di recupero efficiente che coinvolge associazioni di volontariato, imprese ed enti locali. Quindi:
Regole più chiare e più semplici
Incentivi e sgravi per le imprese
E’ una legge in divenire che coinvolgerà mano a mano sempre più settori.

Legge contro il reato di tortura
Abbiamo approvato alla camera l’introduzione del reato di tortura nel nostro ordinamento.
Si stabilisce che “chiunque con violenze o minacce gravi, agendo con crudeltà, cagiona acute sofferenze fisiche o un verificabile trauma psichico a una persona privata della libertà personale o affidata alla sua custodia”. Sono previste alcune aggravanti se il reato è compiuto da un pubblico ufficiale.
Inoltre, non può essere riconosciuta alcuna forma di immunità agli stranieri coinvolti o condannati per il reato di tortura in un altro Stato o da un tribunale internazionale.

 

Rete Nazionale dei Registri dei Tumori
Abbiamo approvato l’istituzione e la disciplina della rete nazionale dei tumori, dei sistemi di sorveglianza e il referto epidemiologico. Il provvedimento si pone l’obiettivo di monitorare le malattie oncologiche per promuovere azioni di prevenzione e identificare le risorse necessarie da investire sui territori. La classificazione sarà su base territoriale e in relazione ad un tempo specifico, con particolare attenzione all’incidenza, la prevalenza e la sopravvivenza dei malati.

 

Ddl Concorrenza
Abbiamo approvato alla Camera il ddl #Concorrenza e previsto alcune importanti novità per tutelare il consumatore, soprattutto quello virtuoso. Nel video le novità su RC Auto, telefonia e energia.

 

 

Legge per la tutela degli amministratori locali
E’ stata approvata alla Camera la legge che tutela gli amministratori locali da minacce e intimidazioni, fenomeno sempre più diffuso su tutto il territorio nazionale. Questi reati rappresentano una vera e propria minaccia per la democrazia, perchè lede l’interesse generale in favore di uno particolare, spesso illegale. Per questo motivo, abbiamo voluto rafforzare gli strumenti penali contro questi reati.

 

Legge sui reati contro il patrimonio
Abbiamo approvato una legge che prevede nuove sanzioni per i reati contro i beni culturali, perché pensiamo che sia un modo per tutelarli e valorizzarli sempre di più, in linea con la tendenza europea e le sue linee guida in materia.

 

Abbiamo introdotto nuove fattispecie di reati e inasprito le pene per quelli già previsti, tra cui:  furto, danneggiamento, riciclaggio, contraffazione, traffico illecito, ricettazione.

 

Commissione d’inchiesta sul sistema bancario
Abbiamo approvato in via definitiva alla Camera la costituzione di una Commissione d’inchiesta sul sistema bancario perché indispensabile a capire interessi e responsabilità, omissioni ed efficacia dei controlli e della legislazione sia italiana che europea. E’ uno strumento atto a fornire risposte concrete ai risparmiatori, alle famiglie italiane. L’obiettivo è garantire una maggiore trasparenza del sistema e tutelare il consumatore.

 

Legge sulle aree protette
L’obiettivo della riforma è rendere i parchi protagonisti dello sviluppo del Paese, valorizzando il patrimonio culturale, paesaggistico ed ecologico con una forte attenzione alla tutela della natura. Abbiamo istituito un sistema nazionale delle aree protette (parchi nazionali e regionali, riserve naturali, aree marine e aree naturali protette) e di un piano nazionale triennale di sistema, uno strumento di pianificazione nazionale finanziato con 30 milioni per il biennio 2018-2020 a cui aggiungere i cofinanziamenti regionali. Sono state, inoltre, vietate le attività di prospezione, ricerca, estrazione e sfruttamento di idrocarburi. Per le concessioni già in essere, che non si possono revocare, i titolari devono restituire risorse da impegnare per la tutela, la valorizzazione e la riproducibilità del bene collettivo naturale alla base dell’attività produttiva.

 

Riforma della Giustiziapenale
Dopo un lungo iter parlamentare, è finalmente stata approvata la riforma della giustizia penale, un indiscusso progresso per la giustizia italiana.Vengono inasprite le pene per alcuni reati che spesso colpiscono i più deboli: il furto in abitazione, la rapina aggravata e l’estorsione. Oggi, sarà più difficile ottenere la condizionale o condanne lievi in caso di riti alternativi.
Inoltre, abbiamo inasprito le pene per i reato di scambio elettorale politico-mafioso, con pene dai 6 ai 12 anni di reclusione. Particolarmente significativa è poi la modifica alla disciplina della prescrizione. Il tempo necessario ad estinguere il reato per prescrizione è aumentato, nel solo caso in cui entro il termine prescrizionale attualmente previsto l’autorità giudiziaria (di primo o di secondo grado) emetta una sentenza di condanna. Il testo contiene poi modifiche di natura processuale volte a velocizzarne i tempi e a rendere i processi più rapidi e più giusti. 

 

Legge contro il cyberbullismo
Abbiamo approvato una proposta di legge molto importante per il nostro Paese, in particolare per la tutela dei minori sia vittime che autori di cyberbullismo. Il testo promuove un lavoro condiviso con le famiglie e le scuole grazie ad azioni di carattere formativo ed educativo. I dirigenti e i docenti  avranno il compito di monitorare, segnalare, fornire sostegno e intervenire ove necessario, mentre gli studenti saranno coinvolti nella realizzazione di progetti ed iniziative ad hoc. L’obiettivo è sensibilizzare al problema e promuovere un utilizzo responsabile della tecnologia. L’educazione all’uso consapevole della rete e alla legalità saranno le basi di un sistema educativo di prevenzione. Il testo offre soluzioni molto concrete rispetto a un problema che, negli ultimi tempi, è cresciuto esponenzialmente in particolare fra le generazioni più giovani.

Interrogazione sulla tutela dei minori e sul diritto alla genitorialità

 

Decreto Minniti
Possiamo ritenerci soddisfatti per la conversione in legge del decreto Minniti–Orlando. Un quadro normativo chiaro e semplificato che garantisce la gestione dell’immigrazione in maniera più rapida, capillare e efficiente. In questo modo l’Italia tutela i suoi cittadini e chi, realmente, ha diritto a rimanere nel nostro Paese. Il provvedimento riduce il tempo delle procedure di identificazione, di riconoscimento della posizione giuridica e di eventuale espulsione. Abbiamo introdotto importanti misure di contrasto ai trafficanti e all’immigrazione illegale e sarà creata una rete di piccole e medie strutture da distribuire su tutto il territorio nazionale. A queste strutture saranno collegate figure professionali competenti in materia di immigrazione e integrazione in grado di fornire un servizio di qualità.

 

Abolizione Voucher
Le disposizioni contenute nel decreto legge aboliscono l’istituto dei voucher dall’ordinamento italiano, per contrastarne l’uso eccessivo e distorto e favorire forme di lavoro più stabili. Rappresenta un passaggio importante per verificare le storture dell’istituto, gli spazi di elusione consentiti ma soprattutto perché questa discussione si trasformi in un dibattito serio con tutte le parti coinvolte. La regolamentazione del lavoro occasionale e la creazione di nuovi strumenti garantiranno le giuste tutele per i lavoratori, la flessibilità per le famiglie e una corretta concorrenza fra imprese.

 

Testamento biologico
L’art 32 della Costituzione recita “nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge”.

 

Anche l’Italia ha un un provvedimento sul fine vita, rispettoso della dignità e della libertà della persona. Sono due i temi cruciali in questo provvedimento: il consenso informato ai trattamenti sanitari e le disposizioni anticipate di trattamento con la pianificazione condivisa delle cure, che saranno espressione degli orientamenti del paziente. Un intervento da tempo  presente nei principali Paesi europei e considerato necessario anche nel nostro Paese dai lavoratori del settore sanitario, dalla giurisprudenza e da una larga parte dell’opinione pubblica.

PREGIUDIZIALE ILVA, IL MIO INTERVENTO DEL 21 DICEMBRE 2015

INTERVENTO IN SU INTERPELLANZA URGENTE  EVENTI CALAMITOSI AUTUNNO 2014 DEL 20 NOVEMBRE 2014

INTERVENTO SU EVENTI CALAMITOSI AUTUNNO 2014 DEL 14 OTTOBRE 2014

DICHIARAZIONE SUL VOTO DI FIDUCIA SUL DECRETO LEGGE COMPETITIVITA’ DEL 5 AGOSTO 2014

MOZIONE AMIANTO, IL MIO INTERVENTO E DICHIARAZIONE DI VOTO DEL 18 GIUGNO 2014

DICHIARAZIONE SUL CASO TELECOM DELL’8 MAGGIO 2014

http://www.deputatipd.it/Documents.asp?DocumentID=13602

DELEGA FISCALE, IL MIO INTERVENTO DEL 24 SETTEMBRE 2013

CONTRAFFAZIONE COMMERCIALE, IL MIO INTERVENTO DEL 23 SETTEMBRE 2013

IMU, IL MIO INTERVENTO DEL 17 GIUGNO 2013

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*