8 marzo a Casale. Un importante evento, in un’importante giornata.

Sentita iniziativa l’8 marzo alla Galleria Ipercoop di Casale Monferrato, promosso dalla Presidente dei Soci Coop e della Consulta delle Donne Rita Schipani, cui ho partecipato con la giornalista Mimma Caligaris, Marianna Parrà, collaboratrice della consigliera di parità di Novara, Marco Giva Magnetti.

Ha aperto l’iniziativa il giovane Marco Giva Magnetti con la  bellissima poesia  Oggi dedicata alle donne

Oggi! 
Fra 365 proprio oggi, è il giorno in cui siamo invitati a riflettere su ciò che vive e fa vivere il mondo : la Donna. 
Attraverso la storia, la società e l’informazione, siamo stati abituati a stereotipare alcuni aspetti di essa, promettiamoci invece, di non sbilanciare la nostra attenzione dalla vera essenza della donna: l’intelligenza, la bellezza, la forza, l’amore. 
Aldilà del ruolo, che ogni donna ha avuto nella nostra vita (a partire da quello della nostra mamma), soffermiamoci a riflettere su quanto, da sempre, la donna sia fondamentale :la prima vera ispirazione dell’arte, il simbolo della vita e quello della libertà più umana, nonché della sensibilità più profonda. 
E durante la nostra vita, attraverso un amica, una sorella o una madre, abbiamo sicuramente usufruito di una delle risorse più importanti del mondo : le emozioni di una donna : i contrasti, le premure, i litigi, i baci, le distese carezze sui nostri cuori, l’ amore. 
Ora, ora proviamo a pensare a quanto questo amore sia prezioso, a quanto vada riconosciuto e anche ripagato, per farlo, dobbiamo capire che il modo in cui trattiamo qualcosa, diviene come quest’ultima viene percepita, così, non solo le azioni, ma anche i pensieri che generiamo oggi, costruiscono la concezione e la realtà di domani, quindi iniziamo proprio oggi, in questa  importante giornata, a realizzare quanto la donna sia meravigliosa, così da ricordare ai futuri figli del mondo, come vivere e che valore dare alla donna, la vera vita del mondo.

(Marco Giva Magnetti, 2014)

Il dibattito è poi proseguito ricordano come l’8 marzo non sia una festa retorica né di sterile rivendicazione ma una giornata di celebrazione con un valore storico e sociale ancora attuale, nata dal sacrificio di 146 operaie della Cotton di New York, morte per ribadire il diritto ad un giusto riconoscimento salariale

E ancor oggi purtroppo le statistiche relative al Global Gender Gap mostrano come in Italia la parità di genere sia ancora lontana, essendo al 71esimo posto su 136 Paesi.

I numeri relativi alla violenza  verso le donne  e ai femminicidi sembrano provenire da un bollettino di guerra e rivelano un fenomeno trasversale a tutte le fasce della popolazione, indipendentemente dal censo e dalla condizione di reddito.

Sono aumentate però anche le donne che trovano la forza di denunciare, e questo grazie anche a una sensibilizzazione culturale e del legislatore con il recepimento del Trattati di Istanbul e il decreto legge 93/2013 sul femminicidio, che ha visto  probabilmente grazie anche alla caratterizzazione più “rosa”. che ci sia mai stata del parlamento italiano.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*